GIORNI E ORARI D'APERTURA:
lunedì - martedì
pranzo (10:00 - 14:45)
mercoledì - sabato
pranzo (10:00 - 14:45)
cena (19:45 - 22:40)
domenica
(solo dicembre)
pranzo (10:00 - 14:45)

Dove siamo - vedi mappa
Dove siamo
(vedi mappa)

piatti tipici

coniglio in agrodolce

  • - 1 coniglio da kg 1,200 circa
  • - 2 cipolle chiare
  • - gr. 100 di olive verdi
  • - 3-4 coste di sedano
  • - farina
  • - 1/2 bicchiere di vino bianco
  • - 1 arancia
  • - gr. 30 di pinoli
  • - gr. 30 di uva passa
  • - 1 cucchiaio di capperi sotto sale
  • - 2 foglie di alloro
  • - 1/2 bicchiere di aceto di vino rosso
  • - 1 cucchiaio di zucchero
  • - olio extravergine di oliva
  • - sale
  • - pepe

Ricetta per 5 persone.

Pulire il coniglio, lavarlo ed asciugarlo dopodiché tagliarlo in una decina di pezzi.
Pulire ed affettare le cipolle, pulire il sedano e tagliarlo in tocchetti. Dissalare i capperi sotto acqua corrente e mettere l'uva passa in ammollo in acqua tiepida. Lavare accuratamente l'arancia e ricavare delle striscioline dalla scorza esterna. Sciogliere infine lo zucchero nell'aceto.

In un tegame dal bordo alto versare 2 o 3 cucchiai d'olio e mettere sul fuoco. Infarinare leggermente i pezzi di coniglio riponendoli nel tegame. Lasciare rosolare per una decina di minuti a fuoco medio/alto facendo attenzione ad ottenere una coloritura uniforme.
Togliere il coniglio dal tegame riponendolo in un piatto coperto in modo che mantenga il calore.
Versare ora nel tagame la cipolla tagliata con un poco di sale. Se necessario, aggiungere altro olio. Lasciare imbiondire a fuoco lento.

Quando la cipolla sarà divenuta trasparente, aggiungere i capperi, il sedano, le olive, i pinoli, la scorza d'arancia e l'uva passa strizzata. Aggiungere, infine, il coniglio ed un poco di sale e pepe.
Alzare il fuoco e lasciare cuocere per qualche minuto mescolando affinché nulla si attacchi al fondo del tegame.
Versare adesso l'aceto zuccherato continuando a mescolare.
Lasciare cuocere a fuoco basso per circa un'ora finché il coniglio non sarà cotto. Controllare e mescolare continuamente affinché la carne non si attacchi al tegame, se necessario aggiungere acqua calda al fondo di cottura.

Una volta cotto, lasciare riposare (anche per qualche ora) e servire caldo o a temperatura ambiente.

Nota:
questa pagina contiene una ricetta tipica siciliana messe a disposizione dei visitatori del sito, non si tratta di un piatto presente nel menù della trattoria Ferro di Cavallo.
Per ogni esigenza particolare potete contattarci e faremo il possibile per accontentare le vostre richieste.