GIORNI E ORARI D'APERTURA:
lunedì - martedì
pranzo (10:00 - 14:45)
mercoledì - sabato
pranzo (10:00 - 14:45)
cena (19:45 - 22:40)
domenica
(solo dicembre)
pranzo (10:00 - 14:45)

Dove siamo - vedi mappa
Dove siamo
(vedi mappa)

piatti tipici

calzoni fritti alla palermitana

  • - kg. 1 farina 0
  • - gr. 100 strutto
  • - gr. 150 prosciutto cotto affettato
  • - gr. 250 mozzarella
  • - ml. 500 acqua
  • - gr. 100 zucchero semolato
  • - gr. 25 lievito di birra
  • - gr. 20 sale
  • - olio di semi per friggere

Ricetta per 25 calzoni circa.

Disporre la farina a fontana sul piano di lavoro e fare un buco al centro. Aggiungervi sale, zucchero e strutto amalgamando l'impasto con le mani.
Versare l'acqua, precedentemente intiepidita, in un recipiente e sciogliere all'interno il lievito di birra; una volta sciolto, versare poco a poco tutto il contenuto del recipiente nel composto di farina lavorandolo finché la pasta non sarà diventata solida, omogenea ed elastica (almeno 15 minuti). Lasciare lievitare per almeno due ore ricoprendo con un panno o una tovaglia.

Una volta lievitata, la pasta dovrà aver raddoppiato il proprio volume iniziale e sarà pronta per essere lavorata. A questo punto dividere la pasta facendone delle palline grandi più o meno quanto un pugno, riponendole e lasciandole riposare per altri 30 minuti. Nel frattempo tagliare la mozzarella a dadini ed il prosciutto a piccoli pezzi.

Trascorso il tempo di attesa, prendere le palline appiattendole leggermente con l’aiuto di un matterello così da avere una forma tonda. Disporre quindi sopra una metà un po’ di mozzarella e un po’ di prosciutto e chiudere ripiegando una metà sull’altra stando attenti a far aderire bene i bordi. Eliminare accuratamente eventuali fessure per evitare che il ripieno fuoriesca durante la cottura.

Riscaldare adesso l'olio di semi in una pentola e quando sarà a temperatura iniziare ad immergervi i calzoni che inizieranno a gonfiare. Girarli di tanto in tanto finché non saranno perfettamente dorati da ambo le parti.

Lasciare riposare per qualche minuto su della carta assorbente e servire ancora caldi.

Nota:
questa pagina contiene una ricetta tipica siciliana messe a disposizione dei visitatori del sito, non si tratta di un piatto presente nel menù della trattoria Ferro di Cavallo.
Per ogni esigenza particolare potete contattarci e faremo il possibile per accontentare le vostre richieste.